Radice di Maca Afrodisiaca

La radice di Maca:
afrodisiaco naturale ed efficace stimolatore della fertilita’ sia maschile che femminile.

La radice della pianta di Maca peruviana è stata consumata per millenni dagli Incas perché ricca di nutrienti e di proprietà benefiche per la salute.

Considerata un “superfood” è, infatti, un integratore naturale e biologico che possiede provate qualità ricostituenti, rinvigorenti ed energizzanti in grado di contrastare la stanchezza, anche quella cronica associata spesso a depressione, e migliorare la resistenza alla fatica. La presenza degli aminoacidi conferisce a questa radice proprietà anabolizzanti che aiutano e stimolano il metabolismo. Grazie alle vitamine e ai sali minerali presenti, la maca risulta perfetta in caso di anemia o carenza di ferro. E’ molto utile anche per aumentare la concentrazione e rinforzare il sistema immunitario. Agisce anche da antiossidante, in grado di contrastare efficacemente l’invecchiamento.

Conosciuta anche come ‘Ginseng delle Ande’ o ‘Viagra Peruviano’, la Maca risulta soprattutto essere un eccellente afrodisiaco per entrambi i sessi, in grado di stimolare e rinvigorire il desiderio sessuale grazie agli effetti positivi che apporta ai livelli di serotonina, l’ormone del buon umore. Le radici della pianta non contengono ormoni vegetali, ma principi attivi modulanti del sistema endocrino che, agendo sull’ipotalamo, rafforzano il sistema inducendolo alla produzione ottimale di ormoni.

Le antiche civiltà peruviane erano solite consumare la polvere di Maca prima di ogni atto sessuale per aumentare la potenza della libido maschile. Le proprietà naturali della Maca, più volte sottoposta negli anni a studi clinici specifici(*), sembrano agire come potente afrodisiaco su uomini con disfunzione erettile, basso desiderio sessuale, problemi di fertilità o di impotenza.

Questo viagra naturale provoca un aumento del testosterone regolando i livelli di equilibrio ormonale. Ha, infatti, la facilità di prevenire i cambi ormonali, somministrando all’organismo i nutrienti di cui ha bisogno. Oltre questo, si ha un aumento della libido e della resistenza ed energia, perchè gli alcaloidi contenuti in questa radice afrodisiaca vanno direttamente nel flusso sanguigno, provocando un’azione stimolante della zona pelvica di uomini e donne, aumentandone la potenza sessuale.

Essendo in grado di regolare i livelli di testosterone, la polvere di questa pianta aiuta l’uomo a migliorare qualità dello sperma, mobilità e volume, tutti fattori importanti per la fertilità. Già fra le antiche popolazioni Inca la Maca veniva utilizzata per aumentare le capacità riproduttive di uomini e animali. I sopra citati alcaloidi contenuti nella radice risultano degli alleati preziosi per incrementare l’ovogenesi nelle femmine e la spermatogenesi nei maschi.

Un importante altro effetto benefico della Maca si riscontra in un miglioramento dell’erezione del pene. Essendo ricca di steroli e alcaloidi, l’assunzione della sua polvere favorisce l’aumento della produzione di emoglobina nel sangue, favorendo una circolazione di sangue maggiore riscontrata anche nelle zone intime. Ne consegue dunque un miglioramento nell’erezione maschile.

Riassumendo, quindi, negli uomini la Maca è efficace nel trattamento delle disfunzioni erettili, nel trattare l’impotenza (sia che si manifesti come stato psicologico sia che insorga fisiologicamente con l’avanzare dell’età), aumenta il vigore e la libido e allevia i disagi dovuti all’andropausa.

Nelle donne, invece, la Maca agisce come stimolante della maturazione dei follicoli di Graff e dell’ingrossamento nell’endometrio. Favorisce la dilatazione dei vasi sanguigni e quindi una migliore irrorazione degli organi sessuali, che impedisce, tra l’altro, la secchezza vaginale. Regolarizza, inoltre, il ciclo mestruale e allevia in maniera significativa i sintomi tipici che precedono e accompagnano la menopausa.

(*) Gli studi scientifici sulla Maca
Si sono fatti numerosi studi riguardo l’attività fertilizzante della Maca sia negli animali che negli uomini. Intorno agli anni 50’, molti studiosi e scienziati peruviani e internazionali iniziarono ad interessarsi alle proprietà della Lepidium meyenii (Maca peruviana) coltivata fin dall’antichità dalle popolazioni delle Ande. Negli anni ‘60 la dottoressa peruviana Gloria Chacon ha condotto, presso l’Unversità di Lima, una ricerca medica sull’efficacia della Maca nel combattere l’infertilità su topi da laboratorio sia maschi che femmine dimostrando l’alto effetto stimolante e fertilizzante di questa radice.

(Dr. Gloria Chacon, MACA planta milenaria del Perù con propriedades altamente nutricional y medicinal. Lima).

Gli effetti benefici della Maca sono stati oggetto di ricerca anche in Italia, dal prof. Stefano Manfredini e dalla dott.ssa Angela Angusti che hanno guidato un intero gruppo di scienziati italiani dell’Università di Ferrara. Le loro ricerche rivelano che la radice della Maca possiede qualità energizzanti e promuove con ciò il mantenimento dell’attività corporale anche sul piano sessuale.

(http://www.macadelleande.com/maca-delle-ande/la-maca-schede-e-contenuti/item/58-la-maca-studio-universita-di-ferrara).