smoothie

Alcuni suggerimenti per l’utilizzo della polvere di baobab

Il frutto del Baobab, l’albero sacro delle popolazioni africane, rientra nella categoria dei “superfoods” in quanto è considerato un alimento-medicinale molto efficace oltre che un antiossidante naturale. (vedi anche questo articolo)

La sua polpa, ricchissima di vitamina C, dopo la maturazione si disidrata naturalmente riducendosi in polvere; viene commercializzata e apprezzata in tutto il mondo come un integratore biologico naturale al 100% benefico per la nostra salute, in particolare per il fegato e l’intestino e come ottimo rimedio in caso di stanchezza o influenza.

La polvere di Baobab, priva di glutine, lattosio e nichel, è utilizzata soprattutto come integratore alimentare dal valore nutrizionale particolarmente alto e prezioso al raggiungimento e mantenimento di un buono stato di benessere generale.

Farinosa e ricca di princìpi attivi, dal sapore gradevole e acidulo, è un ingrediente molto versatile nella cucina dove viene prevalentemente utilizzata con funzione di addensante, come complemento a farine integrali per prodotti da forno (pane, biscotti e pasta), o in aggiunta a yogurt o a bevande fredde o calde come, ad esempio, succhi di frutta, frullati, estratti e tè.

La polvere della polpa del frutto del Baobab viene ultimamente utilizzata anche da molti gelatai innovativi. Una volta mantecata, infatti, diventa la base di un ottimo gelato totalmente vegano con eccellenti proprietà antiossidanti. Il gelato di Baobab è stato anche tra i protagonisti dello stand angolano all’Expo.

Il web fornisce diverse ricette con la polvere del frutto dell’albero della vita per chi per esigenza, o anche solo per desiderio di cambiamento, ha deciso di orientarsi verso una cucina sempre più biologica e naturale.

Veganly.it, il motore di ricerca delle ricette vegane realizzate e pubblicate da food-blogger italiani, propone, ad esempio, una morbida e avvolgente Raw-mousse di carote e mele (http://ledeliziedifeli.net/2014/11/11/raw-mousse-di-carote-e-mele/).


Mousse BaobabMousse Baobab
In questa ricetta la polvere di Baobab è stata utilizzata perché risulta essere, come già accennato in precedenza, un ottimo addensante in quanto assorbe i liquidi e si gonfia.

Ingredienti per le mousse:

  • 4 carote medie
  • 1 mela intera
  • la buccia di due mele
  • 50 gr. di uvetta (ammollata)
  • 2 cucchiaini colmi di polvere di Baobab
  • cannella in polvere q.b.
  • succo di limone q.b.

Ingredienti per la salsa di mele:

  • 2 mele (senza buccia)
  • succo di limone q.b.
  • 1 cucchiaino colmo di polvere di Baobab

In un robot da cucina inserire le carote lavate e spazzolate e poco succo di limone. Tritare sino a ridurre le carote in un trito finissimo.

Aggiungere la mela intera, accuratamente lavata, la buccia di altre due mele, il Baobab, l’uvetta ammollata, sciacquata e strizzata e un pizzico di cannella in polvere. Tritare sino a ottenere un composto abbastanza compatto e cremoso.

Foderare con pellicola per alimenti degli stampini a tronco di cono. Riempire gli stampini con la mousse, assestare il composto con l’aiuto di un cucchiaio e battendo delicatamente il fondo degli stampini sul piano lavoro. Coprire con la pellicola in eccesso e far riposare in frigorifero qualche ora, o comunque sino al momento di servire.

Nel boccale del frullatore inserire le due mele private della buccia (utilizzata per la mousse) e dei semi. Aggiungere il succo di 1/2 limone, un cucchiaino colmo di polvere di Baobab, frullare sino a ottenere una salsa cremosa, vellutata, consistente. Per servire: scartare le mousse, capovolgere gli stampini al centro del piatto e sfilarli, con delicatezza liberare la mousse dalla pellicola. La mousse manterrà la forma e risulterà compatta, ma morbida.

Completare con un cucchiaio di salsa di mele.

L’associazione equo-solidale Sconfinando propone, invece, un’originale e semplice ricetta per la preparazione di Biscotti bicolore al Baobab (http://www.sconfinando-sesto.org/biscotti-bicolori-al-baobab/)

Biscotti al baobab

Ingredienti:

  • 250 gr di farina bianca
  • 100 gr di zucchero di canna
  • 120 gr di burro
  • un pizzico di sale
  • 2 uova
  • mezza bustina di lievito
  • 2 cucchiai di cacao
  • 1 cucchiaio di polvere di Baobab

Impastare farina, zucchero, uova e burro ammorbidito, sale e lievito. Dividere il composto in due parti uguali: in una aggiungere il cacao, nell’altra la polvere di Baobab. Con i due impasti stendere due rettangoli di dimensioni simili, sovrapporli e arrotolarli. Cottura: forno a 160 gradi per 20 minuti circa.

Cucinare meglio.it propone un appetitoso Couscous delle Feste

 Ingredienti

Per il brodo:

  • 1 pollo grande tagliato in sei parti (o 1000 g di carne di montone a pezzi)
  • 2 porri sminuzzati
  • 250 g di cipolla tritata
  • 1 cetriolo
  • 250 g di zucca
  • 3 melanzane (possibilmente quelle africane)
  • 3 pomodori maturi
  • 500 g di patate dolci
  • 150 g di fagioli bianchi lessati
  • 3 carote
  • 2 rape bianche
  • 1 bouquet garni (timo, alloro, prezzemolo, sedano)
  • 1 peperoncino africano pili-pili
  • 3 cucchiai di olio d’arachidi
  • Sale
  • Pepe

Per la semola:

  • 500 g di semola di grano (o semola di miglio)
  • 1 lime spremuto per la cottura del miglio
  • 100 g di uvetta sultanina
  • 6 fichi secchi tagliati a pezzi
  • 12 datteri snocciolati
  • 2 banane secche tagliate a rondelle
  • 1 cucchiaio di polvere di Baobab

Sbucciate e tagliate le verdure in grossi pezzi, tranne la zucca e le melanzane alle quali lascerete la pelle. Nella parte bassa della couscoussiera fate riscaldare l’olio quindi mettete a dorare a fuoco vivo la carne con le cipolle e i porri. Mescolate bene. Aggiungete tutte le verdure sistemando le più delicate per ultime. Coprite con due litri d’acqua salata, aggiungete il bouquet garni, il peperoncino e il pepe. Coprite e lasciate cuocere per un’ora e trenta prima di passare alla cottura della semola.

Versate la semola in un contenitore ampio. Ungetevi le mani d’olio d’arachidi e lavoratela con il palmo della mano, facendola scivolare tra le dita. Bagnate la semola con acqua fredda non salata continuando a ‘sgranarla’ in modo da evitare la formazione di grumi. Se invece utilizzate la semola di miglio, la prima lavorazione dei grani va fatta aggiungendo il succo di lime all’acqua I grani devono essere ben separati tra loro. Bagnate di tanto in tanto continuando a manipolare.

Lasciatela quindi riposare per quindici minuti prima di ripetere l’operazione. A questo punto ungete leggermente l’interno dalla parte alta della couscoussiera e versatevi dentro la semola prima di metterla a cuocere sul vapore della carne e delle verdure, senza coperchio. Dopo dieci/quindici minuti versate la semola in contenitore ampio, lasciatela sfreddare brevemente, bagnatela con acqua tiepida salata, e lavoratela con le mani per evitare la formazione di grumi.

Rimettete la semola nella couscoussiera insieme alla frutta secca e alla polvere di baobab. Proseguite la cottura a vapore per altri dieci minuti. A questo punto aggiungete al brodo di cottura i fagioli lessi. Servite il piatto in due vassoi separati: da una parte sistemerete la semola con la frutta secca, dall’altra mettete le verdure su uno strato di fagioli.

Un’altra ottima ricetta è dedicata al frozen yogurt, una sfiziosa merenda molto veloce e semplice da preparare in casa che si presta molto ad essere arricchita dal sapore originale del Baobab. Basta, infatti, frullare insieme a un vasetto di yogurt, della frutta (fresca o surgelata), dello sciroppo di zucchero di canna o semplicemente del miele e 1 cucchiaio di polvere di Baobab.


frozen yogurt
 

Ci auguriamo, attraverso questa piccola nostra selezione di ricette proposte dal Web, di essere riusciti a incuriosirvi un po’ o di avervi, quantomeno, trasmesso un desiderio di cambiamento verso una cucina più biologica e naturale.