Radice di Maca

La Maca è una pianta originaria del Perù che cresce spontanea in America del Sud e sulle Ande in terreni rocciosi ostili, ad altitudini che vanno dai 3.500 e i 5.000 metri, in condizioni climatiche estreme e sbalzi termici non indifferenti.

La parte più importante e preziosa di questa pianta impiegata nell’alimentazione è la radice spesso anche chiamata “Ginseng peruviano”.

L’antica leggenda narra che i guerrieri Inca si nutrissero di questa straordinaria radice energizzante prima di andare in guerra. Grazie alle sue incredibili proprietà nutrizionali e curative, le popolazioni Inca consideravano questa radice un vero e proprio “dono degli dei” riservato soprattutto a sacerdoti e guerrieri. Oltre al significato di energia vitale, salute, resistenza e forza per prestazioni elevate che gli Incas attribuivano alla Maca, un altro motivo di notorietà di questo tubero era relativo alle sue qualità afrodisiache grazie alle quali, negli anni, questa radice si è aggiudicata anche l’appellativo di “viagra peruviano”.

La radice di Maca è un vero e proprio “superfood” a tutti gli effetti! E’ infatti un integratore naturale e biologico che possiede provate qualità ricostituenti, rinvigorenti e stimolanti. Completa nella sua composizione chimica, grazie alla presenza di tutti gli aminoacidi essenziali, sali minerali (calcio, ferro, selenio, iodio, potassio, rame e zinco), vitamine (vitamina E, vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B), carboidrati, acidi grassi e fibre.

La Radice Maca è innanzitutto un ottimo rinvigorente ed energizzante in grado di contrastare la stanchezza

anche quella cronica associata spesso a depressione, e migliorare la resistenza alla fatica. Viene infatti consigliata in caso di periodi intensi  di stress sia fisico che mentale. E’ molto utile, quindi per studenti in periodi particolari dell’anno scolastico e, in generale, per chiunque svolga attività intellettuale impegnativa.

La presenza degli aminoacidi conferisce a questa radice proprietà anabolizzanti che aiutano e stimolano il metabolismo, in particolare nell’incremento della massa muscolare, e migliorano la resistenza agli sforzi massimali rappresentando, quindi, un valido supplemento nelle attività sportive ad alto consumo energetico.

Grazie alle vitamine e ai sali minerali presenti, la radice di Maca risulta perfetta in caso di anemia o carenza di ferro in quanto aumenta i livelli di emoglobina nel sangue. E’ molto utile anche per stimolare le funzioni cerebrali e aumentare la concentrazione e per rinforzare il sistema immunitario aiutandolo a combattere stati influenzali e febbrili, tosse e raffreddori. Agisce anche da antiossidante, in grado di contrastare efficacemente l’invecchiamento, previene la caduta dei capelli e dona tonicità ai tessuti.

Radice di MacaUna delle proprietà più importanti della radice di Maca è quella equilibrante sul sistema ormonale. E’ in grado di favorire la fertilità sia negli uomini che nelle donne. Molto utile per le donne sia in caso di sterilità che per regolarizzare il ciclo, ridurre i sintomi della sindrome premestruale e ridurre i dolori che possono comparire prima e durante il ciclo. In menopausa riduce gli sbalzi d’umore contribuendo a diminuire ansia e depressione, oltre a contrastare l’eventuale calo del desiderio sessuale tipico di quel periodo. Nell’uomo, aumenta la quantità di liquido seminale e migliora anche la mobilità degli spermatozoi. Incrementando la produzione di emoglobina nel sangue ne favorisce la circolazione con conseguente miglioramento nella fase dell’erezione maschile.

La migliore qualità di polvere di radice di Maca in commercio è di tipo biologico, essiccata al sole e macinata a mano per preservarne la vitalità e la struttura nutrizionale. Essa può essere consumata semplicemente mescolata con acqua calda o fredda, e bevuta, oppure aggiunta a frullati di frutta e verdura o anche a bevande a base di latte vegetale (riso, soia, avena). Infine si può usare come ingrediente per la preparazione di dolci o di pane.

Il dosaggio varia a seconda delle esigenze, ed è sempre consigliato chiedere al proprio medico e attenersi sempre alle quantità massime presenti in confezione. Non è consigliabile assumerla durante gravidanza e allattamento. Sconsigliata, a causa dell’elevato contenuto di iodio, in caso di ipertiroidismo, e così pure in caso di pressione alta e di sofferenza epatica.